Picchia padre per soldi, arrestato - Le Cronache
Cava dè Tirreni Provincia Ultimora

Picchia padre per soldi, arrestato

Personale delle Squadre Anticrimine e Volante del Commissariato di P.S. di Cava dè Tirreni, diretto dal V.Q.A. Dott.ssa Marzia Morricone, procedeva all’arresto di S.T.,di anni 45, originario di Cava dè Tirreni e residente a Giffoni Sei Casali (SA), il quale si rendeva responsabile di TENTATA ESTORSIONE CONTINUATA e LESIONI PERSONALI nei confronti del padre. In particolare, a seguito di chiamata sul numero di emergenza, personale della dipendente Squadra Volante e dell’ Anticrimine, si portava in questo centro cittadino, presso il negozio del padre del predetto S.T., che riferiva di essere stato picchiato per l’ ennesima volta dal figlio, il quale pretendeva che gli desse dei soldi e che abbandonasse la casa ove viveva, in modo tale che l’appartamento potesse essere venduto più facilmente. Durante il pestaggio il S. T. aveva anche danneggiato vari oggetti restaurati dal padre, tirandoli anche addosso al genitore, allontanandosi subito dopo dal luogo. A seguito delle indicazioni ricevute, gli agenti operanti riuscivano a rintracciare e bloccare in breve tempo l’autore del fatto. Nel contempo, l’ aggredito veniva accompagnato presso il pronto soccorso dell’ ospedale di Cava de’ Tirreni ove veniva sottoposto alle cure del caso.
In relazione a quanto accaduto, la vittima dell’aggressione riferiva di essere da anni costretto dal figlio a dargli soldi ed a subire pestaggi. In più occasioni era stato costretto a ricorrere alle cure presso il pronto soccorso, anche se non aveva mai voluto evidenziare le responsabi-lità o l’autore. A seguito di quanto sopra appurato, il predetto S.T. ve-niva dichiarato in stato di arresto nella quasi flagranza del reato di TENTATA ESTORSIONE e LESIONI PERSONALI e, effettuate le formalità di ri-to, veniva trattenuto presso le camere di attesa della Questura di Saler-no a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria, in attesa del rito diret-tissimo.