Box piazza Garibaldi, Comune sborsa un milione e 700mila euro - Le Cronache Salerno

di Erika Noschese

Sembra chiudersi definitivamente la querelle tra il Comune di Salerno e la Russo Costruzioni per la mancata realizzazione dei box di piazza Garibaldi. L’amministrazione Napoli ha raggiunto un accordo con la società che, si legge nello schema di transazione “tiene conto sia delle contrapposte posizioni che dei correlati reciproci rischi, anche di soccombenza”. Di fatti, la Russo Costruzioni Box s.r.l. in occasione della stipula della convenzione ha versato già 1.562.873,40 euro per la realizzazione del progetto, come attualmente depositato presso il Comune di Salerno e di cui l’Ente civico ha interesse ad acquisire la piena titolarità. Dunque, l’accordo prevede che il Comune di Salerno, “a titolo transattivo, corrisponde alla Parte Privata che, ad ugual titolo transattivo accetta senza riserve, la somma complessiva di 1.700.000,00 euro di cui € 1.562.873,40 quale integrale restituzione di quanto versato dalla Russo Costruzioni Box s.r.l. in occasione della stipula della convenzione”. Dal canto suo la Russo Costruzioni conferma di rinunciare ad ogni pretesa di natura risarcitoria e alla titolarità del progetto. Soldi che chiaramente non finiranno tutti nelle tasche della società che dovrà restituire la somma versata agli acquirenti dei box mai realizzati. Il Comune dovrà sborsare questi soldi entro 30 giorni e nel frattempo abbandonano “immediatamente e irrevocabilmente il giudizio pendente dinanzi al Tar”, come si legge nell’accordo raggiunto. Il progetto nasce nel 2013 con l’integrazione del Piano Urbano Parcheggi del Comune di Salerno, mediante l’inserimento della previsione di realizzare un parcheggio interrato pertinenziale in Corso Garibaldi nel “tratto compreso tra via A. Cilento e la piazzetta antistante la Chiesa di S. Pietro in Camerellis”. Inoltre, la Russo costruzioni sosteneva, tra le varie cose, di vantare un credito nei confronti del Comune di 1,5 milioni per una serie di lavori che effettuati nonostante non fossero di competenza della ditta. Per queste ragioni l’amministrazione Napoli non ha potuto far altro che raggiungere un accordo per mettere a tacere la questione ed evitare ulteriori conseguenze. Per la realizzazione dei box, tanto in piazza Cavour quanto in piazza Garibaldi, non sono mancati disagi per i cittadini a causa dei cantieri aperti. Disagi che alla fine non sono serviti a nulla in quanto non è mai stato realizzato il progetto. Parcheggi, entrambi, che sembravano essere la soluzione definitiva per la problematica che vive il capoluogo e invece sono divenuti solo l’ennesimo grattacapo per la maggioranza Napoli e per le casse dell’ente già in forte difficoltà da diverso tempo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *