Cava. Senatore a Servalli, Comune in deficit - Le Cronache Provincia
Provincia Cava dè Tirreni

Cava. Senatore a Servalli, Comune in deficit

Cava. Senatore a Servalli, Comune in deficit

Nocera Inferiore/Scafati. Ancora un altro stop per il processo Sarastra a Nocera Inferiore: domani a causa dell’astensione nazionale da parte dei penalisti, infatti, non ci saranno le discussioni dei legali dopo la requisitoria del pubblico ministero che ha chiesto condanne pesanti per la gran parte degli imputati (sei anni e 8 mesi solo per l’attuale sindaco Pasquale Aliberti). Le Camere Penali territoriali (e quindi anche Nocera Inferiore con alcuni rappresentanti) parteciperanno alla manifestazione organizzata a Roma giovedì in Piazza Santi Apostoli, dalle ore 14 alle ore 17, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’emergenza carceri. Infatti, la Giunta dell’Unione delle Camere Penali Italiane, con una delibera del 14 maggio scorso, che ha avuto come focus il fenomeno dei suicidi nelle carceri italiane, ha concordato con le Camere Penali territoriali l’avvio di una maratona oratoria rappresentando alla società civile la condizione inumana dei detenuti, il degrado della realtà carceraria dove operano i detenenti, le inefficienze del sistema giustizia, e ogni ulteriore aspetto che possa offrire l’immagine del “fallimento” di un sistema definito “la negazione stessa della democrazia ad organizzare ogni opportuna iniziativa di informazione e protesta”. La maratona è stata avviata il 29 maggio con manifestazioni in ogni parte d’Italia, caratterizzate da partecipazione, non solo di legali, bensì pure di operatori e di volontari che a vario titolo prestano la propria opera nelle carceri, ovvero in favore dei detenuti, di politici, di esponenti dell’associazionismo e delle istituzioni civili e religiose, oltre che di persone comuni. Il 18 giugno una nuova delibera per l’astensione nazionale che paritrà domani e che terminerà venerdì a livello nazionale con manifestazione in piazza Santi Apostoli a Roma. Nocera con alcuni rappresentanti sarà nella capitale dopo aver protestato nel mese scorso per quanto riguarda la situazione in cui versa il Tribunale nocerino, come la mancata manutenzione degli spazi destinati alla Sezione penale del Tribunale; la continua violazione del protocollo del per la celebrazione delle udienze monocratiche e il protrarsi degli stessi oltre l’orario prefissato. Si riparte (dopo la data dello slittamento) con le difese di Roberto Barchiesi e Ciro Petrucci.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *